Salta al contenuto
Rss




Le Grotte di Garessio

immagine ingrandita Le Grotte di Garessio (apre in nuova finestra) Il fenomeno carsico in Val Tanaro è di grande rilevanza in quanto la particolare conformazione ed estensione degli affioramenti calcarei ne fa, insieme al Carso Triestino e alle Alpi Apuane, una delle maggiori aree del nostro Paese.
Il numero di cavità che la nostra valle racchiude è molto elevato, con oltre 600 fra grotte e grandi abissi verticali, distribuite in diverse zone (Val d'Inferno, Monte Armetta, Bric Conoia e altri ancora).
In particolare il massiccio Marguareis-Mongioie racchiude numerosi sistemi ipogei di estremo interesse, fra cui il più importante è quello della "Foce", conosciuto soprattutto per il complesso di Piaggia Bella che, con i suoi 14 ingressi e gli oltre 39 Km di sviluppo, raggiunge 950 m di profondità.
Questi grandi acquiferi carsici non sono importanti solo speleologicamente parlando ma, grazie ai notevoli apporti idrici che forniscono, assumono un ruolo fondamentale per la vita della valle e pertanto, a causa del loro delicato equilibrio, vanno gestiti attentamente e difesi da ogni possibile inquinamento.
La frequentazione della maggior parte delle cavità presenti in valle, a causa delle difficoltà tecniche di percorrenza, necessita di conoscenza speleologica.


Complesso Fantozzi-Mottera (PiCN 675-3401)

La risorgenza della Mottera è stata esplorata per la prima volta nel 1961 e da allora diversi gruppi hanno collaborato a svelarne i segreti. Con la scoperta di un 4° ingresso, nell 1984, lo Speleo Club Tanaro ha potuto superare la grande difficoltà rappresentata dalla via d'acqua e, con altri gruppi italiani, belgi e francesi, portarne negli anni lo sviluppo a 13.780 metri, raggiungendo quota +600 dall'ingresso.
La sua caparbia inaccessibilità dall'alto rappresentava un notevole ostacolo all'esplorazione di zone così remote; la giunzione realizzata nell'autunno del 2006 tra la zona di assorbimento e la sottostante Mottera, permette agli esploratori di accedere ad una nuova ed affascinante frontiera nel cuore di questo grande complesso ipogeo. Da sempre la Mottera è stata identificata come la più bella cavità piemontese, con questa recente scoperta la si potrà percorre con una delle traversate più affascinanti d'Italia.

Coordinate UTM: 407018 - 4894985
Sviluppo: 13.780 metri
Profondità: 600 metri


Complesso Luna d'Ottobre-Briganti (PiCN 3393-3400)

La grotta rappresenta uno dei nuovi e più importanti scenari esplorativi della zona, in quanto getta luce su una vasta area carsica ancora sconosciuta.
I due ingressi, scoperti a più riprese, hanno permesso l'esplorazione di una cavità molto grande e riccamente concrezionata, che attualmente si snoda per 1400 metri ed una profondità di 450, con buone potenzialità di ulteriore sviluppo.

Coordinate UTM: 408810 - 4894939
Sviluppo: 1.400 metri
Profondità: 450 metri


Grotta REM 4 (PiCN 3408)

La cavità di trova alla base delle pareti dell'Alpe di Perabruna, alta Val Casotto.
Scoperta nel 1996 dall'SCT ha uno sviluppo di circa 800 metri ed una profondità di 70. Si tratta di un antico reticolo freatico, parte di un ben più grande sistema smembrato dall'erosione glaciale.
Nei dintorni sono state scoperte altre grotte, ad oggi in via di esplorazione.

Coordinate UTM: 412325 - 4893642
Sviluppo: 800 metri
Profondità: 70 metri


Clicca sull'anteprima per visualizzare le immagini ingrandite




Inizio Pagina Città di GARESSIO (CN) - Sito Ufficiale
Piazza Carrara n.137 - 12075 GARESSIO (CN) - Italy
Tel. (+39)0174.805611 - Fax (+39)0174.805623
Codice Fiscale: 00351910047 - Partita IVA: 00351910047
EMail: segreteria@comune.garessio.cn.it
Posta Elettronica Certificata: garessio@cert.ruparpiemonte.it
Web: http://www.comune.garessio.cn.it


|